Home » Mente » Donare è un piacere… ancor di più attraverso la musica.

Donare è un piacere… ancor di più attraverso la musica.

Donare stimola le aree cerebrali coinvolte nella sensazione di piacere che si provano quando si riceve una ricompensa. Queste aree del cervello sono ancor più stimolate se il dono è volontario e non forzato come avviene quando si effettua un pagamento, per esempio delle tasse.

Anche rispetto alle emozioni che provoca l’acquisto di un bene per sé stessi, il dono per gli altri suscita emozioni positive maggiori. Gli psicologi sanno bene che il dono genera nel donatore un’emozione piacevole, quella che gli anglosassoni chiamano la “warm glow”, il dolce calore.

Secondo uno studio internazionale del 2013, il solo fatto di donare aumenta in generale la sensazione di vivere una vita soddisfacente… tanto quanto l’eventuale raddoppio del proprio stipendio ! E a parità di reddito, chi dona si sente più ricco.

Ma sono tanti i motivi per i quali donare contribuisce al benessere psicologico: migliora l’autostima, il senso della vita, il sentimento di legame con gli altri, la sensazione di avere un impatto personale sulle cose. E questo profondo benessere psicologico permette alla persona di lavorare, di avere amicizie, di vivere in modo più armonico.

È per tutti questi motivi, come dimostrano ormai numerosi studi, che le persone che donano a delle associazioni sono in media più soddisfatti della propria vita rispetto alle persone che non hanno l’abitudine di donare. E non importa quanto si è in grado di donare.

letterafriendsforchristmas

 

La gioia, l’allegria, la condivisione, il piacere del dono… tutto questo appare chiaramente dal bellissimo video in musica che sei coppie di amici di Roma, che si sono chiamati “Friends for Christmas” per l’occasione, hanno offerto come regalo di Natale ai loro amici per fare un dono all’Associazione Ryder Italia Onlus che da più di 30 anni offre assistenza domiciliare gratuita ai malati di Roma.

Fatevi contagiare dalla loro gioia e dal piacere di donare.

Per chi volesse approfondire il tema del piacere legato all’atto di donare suggeriamo la lettura (in inglese) dei seguenti articoli scientifici:

Neural responses to taxation and voluntary giving reveal motives for charitable donations” (2007)

When helping helps: Autonomous motivation for prosocial behavior and its influence on well-being for the helper and recipient” (2010)

Prosocial spending and well-being: cross-cultural evidence for a psychological universal” (2013)

I give, therefore I have: Giving and subjective wealth

e il seguente libro che analizza in particolare il legame tra l’atto di donare e il coinvolgimento in attività di volontariato:

Leggi anche

COVER INVERNO

Più si invecchia più diminuisce la capacità di resistenza al freddo. Sette consigli per sopravvivere all’inverno.

più si invecchia più diminuisce la capacità di resistenza al freddo

Commenta