Home » Attività fisica » Lo Yoga nella sanità del futuro

Lo Yoga nella sanità del futuro

Perché sempre più persone si interessano allo Yoga ?

Il sostantivo maschile Yoga, nella terminologia originale indiana, indica le pratiche ascetiche meditative ed è  principalmente inteso come strumento di realizzazione e salvezza spirituale.

Nel linguaggio corrente con Yoga s’intende il più delle volte un variegato insieme di attività che non sempre hanno a che fare con lo Yoga tradizionale, attività che comprendono ginnastica del corpo, esercizi di respirazione, attività psicofisiche finalizzate alla meditazione o al rilassamento. Ciò che contraddistingue lo Yoga non è solo il suo aspetto pratico ma anche la sua natura iniziatica. Infatti, non si può imparare lo Yoga da soli, è necessaria la direzione di un maestro (Guru).

Un recente studio effettuato negli Stati Uniti d’America ha evidenziato che il numero di americani che esercitano lo Yoga è cresciuto del 50% ed ha raggiunto il numero di trentasei milioni di praticanti nel 2016.  In particolare nove americani su dieci hanno sentito parlare dello Yoga, uno su tre l’ha provato almeno una volta e il 15 % degli Americani ha fatto Yoga negli ultimi sei mesi. Il numero di Americani sopra i cinquanta anni che fa Yoga è triplicato negli ultimi anni. In Italia il numero di praticanti di questa disciplina ha ormai superato un milione e duecentomila persone.

yoga4

È stato dimostrato che lo Yoga migliora il quadro di salute delle persone: può aiutare a migliorare le attività cardiovascolari, migliora l’equilibrio e la flessibilità corporea e in generale migliora la qualità di vita. Può anche ridurre lo stress, l’ansia e il dolore. Inoltre le persone che fanno Yoga hanno una probabilità del 20% maggiore di presentare un’immagine positiva del loro stato di salute fisico e mentale, sono più attivi fisicamente e seguono stili di vita e di alimentazione più sani. Molte persone in Occidente tendono a considerare lo Yoga una disciplina in grado di migliorare la forma fisica e alleviare lo stress. In verità lo Yoga ha potenzialità maggiori perché si fonda su principi filosofici ed etici che prevedono esercizi mirati in particolare alla respirazione e alla meditazione. Molti insegnanti di Yoga spiegano durante le lezioni l’importanza di principi come la gentilezza, la sincerità e l’autodisciplina. I praticanti continuano a esercitare lo Yoga per un senso di comunità, di scopo e di realizzazione.

Inoltre, quasi il 50 % dei praticanti di Yoga sono inseriti in attività di volontariato, cioè donano il loro tempo per la comunità. Uno dei risultati più interessanti del sondaggio effettuato negli Stati Uniti, spiega perché molta gente comune tende a non praticare lo Yoga, perché crede che questa disciplina sia idonea solo per persone giovani, in genere donne con specifici problemi fisici e questo atteggiamento limita il numero di nuovi praticanti. La filosofia di base dello Yoga incoraggia ad avere un approccio comprensivo e compassionevole verso gli altri e noi stessi. Quindi nonostante l’aumento di popolarità in tutti i Paesi, compresa l’Italia, bisognerebbe praticare lo Yoga non solo per migliorare il proprio benessere fisico ma per accettare principi più profondi come compassione e consapevolezza.

Un recente studio ha dimostrato che praticare lo Yoga e/o la meditazione può migliorare notevolmente la salute delle persone. I problemi di salute connessi allo stress sono responsabili fino all’80% delle visite mediche e rappresentano, dal punto di vista delle spese sanitarie, la terza voce dopo le malattie cardiache e il cancro. Questo studio effettuato negli Stati Uniti ha evidenziato quanto sia bassa la percentuale di medici (il 3%) che discutono le problematiche di ansia e di stress con i propri pazienti. A Boston, al Massachusetts General Hospital, è stato attivato un programma di otto settimane basato su un approccio che sottolinea la relazione mente-corpo, con sedute di  yoga, consapevolezza, meditazione e atteggiamenti psicologicamente positivi. In questi programmi i partecipanti frequentano corsi ospedalieri su base settimanale e praticano gli stessi esercizi a casa. I ricercatori hanno scoperto che le persone inserite in questo percorso di rilassamento hanno ridotto del 43% le visite mediche rispetto all’anno precedente con un risparmio in media di 2360 dollari a persona. Secondo gli autori dello studio che ha monitorato i risultati del progetto, questi programmi di yoga e meditazione potrebbero tradursi in un risparmio nei costi sanitari che può variare tra i 600 e i 25.000 dollari all’anno.

YOGA MASS

L’efficacia della pratica dello Yoga è stata dimostrata in un recente articolo dell’Harvard Business Review che ha analizzato un programma di Yoga e meditazione offerto da una società privata per i propri dipendenti. Questo studio ha evidenziato una riduzione del 28% nello stress, un miglioramento del 20% nel sonno e una riduzione del 19% nella sintomatologia dolorosa.

Come sostiene il Dottor James E. Stahl del MGH’s Institute for Technology Assessment and BHI for Mind Body Medicine, visti i risultati positivi dello yoga e della meditazione sulla salute dei pazienti,  i programmi di questo genere dovrebbero rientrare in qualche modo nei servizi sanitari futuri sia pubblici che privati. “Se ho uno strumento – afferma il Dottor Stahl – che in campo medico è efficace, ha pochi effetti collaterali e mostra notevoli benefici perché non lo dovrei consigliare ai miei pazienti?”

 

Leggi anche

EdwardHopperSunday

La solitudine, come la sete, la fame, il dolore…

in Inghilterra e negli Stati Uniti circa un terzo delle persone con più di 65 anni vive da solo

Commenta